La moto

il-telaio-binario


RIBELLO
– sintesi di RI-voluzione, RI-cerca, BELLOni

 

1988 – Ha inizio l’avventura… 3 anni di lavoro (nel tempo libero)  al tecnigrafo, per trasformare (al terzo tentativo) un foglio bianco, nel primo definitivo progetto.

1993 – Il neonato prototipo di Ribello compie i primissimi passi!
Il primo telaio viene denominato “integrale” (due monobracci fissi – cioè non oscillanti – ancorati al nucleo centrale)

2003 – Dopo numerosi collaudi in pista e tantissime modifiche, il primo esemplare ha raggiunto un buon livello di funzionalità e può iniziare così il lavoro sul nuovo progetto che ne è lo sviluppo… per così dire: la “BELLA COPIA”, rivista e corretta!

La moto attuale… “IL TELAIO BINARIO

Come funziona… due monobracci rigidi supportano alle estremità delle speciali guide lineari, (il BINARIO…) che controllano l’escursione delle ruote per l’assorbimento delle asperità tramite le sospensioni. Le guide sono su rulli e permettono una notevole riduzione degli attriti durante la loro corsa specie nelle condizioni più gravose (frenata e moto piegata), ciò si traduce in migliore aderenza delle gomme all’asfalto.

Le sospensioni si trovano al centro della moto azionate da appositi cinematismi e non visibili dall’esterno; funzionano secondo uno schema simile a quello utilizzato nelle vetture di Formula 1 (definito push-rod).

L’intera struttura del telaio è pensata per attuare geometrie di funzionamento più efficaci nell’uso in pista come interasse e avancorsa più compatti e costanti durante la marcia e la migliore trasmissione della potenza (per la particolare geometria della guida posteriore). E’ possibile inoltre variare il rapporto di trasmissione dello sterzo per ridurre lo sforzo ed incrementare la maneggevolezza. Lo sterzo, così come le sospensioni, è un sistema separato (pure se organicamente integrato) e permette facili regolazioni per la migliore messa a punto personalizzata.

La moto nuova è concettualmente identica alla progenitrice ma incorpora una lunga serie di modifiche, anche importanti, volte a migliorarne le caratteristiche.